Commissioned by Associazione Città Sostenibili – Comune di Modena, for the book “Città e Architetture industriali. Il Novecento a Modena”.

 

IL REGNO

C’era un sogno visionario e c’é ancora tanto sapere e saper fare; c’é sudore e a volte ancora rumore; non c’é più il fischio del treno, ma il ricordo dei giorni di scuola e delle ruote sull’asfalto dell’autodromo; c’é il nuovo rombo del motore che era in panne, l’acciaio che ancora stride e il tornio che gira e dà forma; c’é il suono di lingue di origini lontane; ci sono canti, preghiere e lo stridìo delle cicale; c’é il portone che si apre, e quello che si chiude.

C’é la vita, e un po’ di nostalgia, nel piccolo regno tra il cavalcavia e la ferrovia.